Roma, realtà aumentata e colori: è la nuova vita dell’Ara Pacis – ROMA REPUBBLICA

Dal 14 ottobre saranno aperte le visite multisensoriali e virtuali al celebre monumento dell’età augustea. Per calarsi nella storia e immergersi nella Roma imperiale, grazie alla tecnologia

Ammirare l’Ara Pacis com’era in origine? La tecnologia può fare anche questo. E si chiama appunto “L’Ara com’era” l’intervento sistematico di valorizzazione compiuto sul grande altare, fatto costruire da Augusto tra il 13 e il 9 a.C. in Campo Marzio per celebrare la pace nei territori dell’impero. Dal 14 ottobre, infatti, il monumento sarà visitabile in maniera del tutto nuova: grazie a particolari visori ar e alla fotocamera degli smartphone abbinati, si potrà vedere l’Ara in realtà aumentata e virtuale. In pratica, la visita al monumento si trasformerà in un’esperienza multisensoriale, in una vera immersione nella storia della Roma imperiale.

Tramite la sovrapposizione di elementi virtuali alla percezione visiva, quindi, appariranno sui lati dell’Ara i colori vivaci dei fregi che la ricoprono, così com’erano al momento della costruzione, si ricreeranno in maniera tridimensionale le parti mancanti dei bassorilievi e si vedranno i personaggi della Roma imperiale prendere vita in scene di quotidianità dell’epoca. Si potranno inoltre ascoltare le spiegazioni dei singoli fregi e della storia del monumento, calata in quella della città eterna.

 

VISITA LA NOTIZIA

 

SE PORTI IL BIGLIETTO DI INGRESSO O LA RICEVUTA RICEVERAI UNO SCONTO DEL 15% SUL TOUR DEL COLOSSEO IN VR CON ANCIENT&RECENT – Sconto non cumulabile con altre promozioni

Lascia un commento

Note: Comments on the web site reflect the views of their authors, and not necessarily the views of the bookyourtravel internet portal. Requested to refrain from insults, swearing and vulgar expression. We reserve the right to delete any comment without notice explanations.

Your email address will not be published. Required fields are signed with *

*
*